1. INTRODUZIONE

Con il termine di Blefaroplastica si intende un intervento chirurgico che ha come finalità quella di correggere alterazioni morfo-strutturali delle palpebre.

Può avere finalità estetiche ma anche ricostruttive.

Esistono infatti molte alterazioni di forma e funzione delle palpebre che vengono corrette attraverso questa procedura.

Ptosi palpebrale ed ectropion ne sono due esempi.

In questo capitolo proverò a fare chiarezza su questa procedura.

2. BLEFAROPLASTICA SUPERIORE

La Blefaroplastica superiore è una procedura chirurgica che ha come obiettivo principale il ringiovanimento della palpebra superiore.

Durante questa procedura si procede alla rimozione degli eccessi di pelle presenti a questo livello, e se necessario, vengono rimossi gli eccessi adiposi palpebrali.

Esistono infatti delle vere e proprie borse di grasso, ovvero degli accumuli di tessuto adiposo che con il passare degli anni tendono a superficializzarsi donando all'occhio un aspetto stanco.

Queste 3 borse, mediale, intermedia e laterale, sono localizzate al di sotto del muscolo orbicolare.

Va detto che, rispetto a qualche anno fa, la tecnica è evoluta. Si tende infatti a preservare parte di questa struttura in modo da evitare come in passato di "svuotare" eccessivamente la regione.

3. BLEFAROPLASTICA INFERIORE

La Blefaroplastica inferiore è una procedura chirurgica che permette di correggere alterazioni a carico della palpebra inferiore.

Come per la superiore, è possibile rimuovere gli eccessi di pelle e di borse adipose. E' inoltre possibile andare a ridurre il solco lacrimale, ovvero il solco che si forma nella parte bassa delle occhiaie.

Con questa procedura si ottiene un importante ringiovanimento dell'occhio.

E' inoltre possibile, se richiesto dalla paziente, associare questa procedura ad una cantoplastica, ovvero sollevare di qualche millimetro l'angolatura dell'occhio in modo da avere uno sguardo più accattivante.

4. PREPARAZIONE ALL'INTERVENTO

Per potersi sottoporre all’intervento è necessario eseguire delle analisi preoperatorie.

Oltre agli esami di routine, è fondamentale che il paziente effettui una visita oculistica con valutazione del campo visivo.

Il paziente si ricovera quindi il giorno della procedura a digiuno da solidi e liquidi da almeno 9-12 ore.

Una volta in clinica, viene compilata una cartella clinica e verranno firmati i consensi informati con tutte le informazioni sulla procedura.​

In reparto, il chirurgo incontra nuovamente la paziente, esegue delle fotografie preoperatorie e si procede quindi ai disegni preoperatori.

5. INTERVENTO CHIRURGICO

In sede preoperatoria il paziente incontra nuovamente l'anestesista con cui discuterà i dettagli della procedura.

A questo punto si entra in sala operatoria. Nella mia equipe abbiamo deciso di eseguire queste procedure solo in sale operatorie avanzate per poter offrire ai nostri pazienti un servizio di eccellenza.

La procedura viene eseguita in Anestesia Locale o in Sedazione.

L’intervento può avere una durata variabile, in media 60-90 minuti.

Le cicatrici, nel caso di Blefaroplastica superiore saranno posizionate lungo la piega palpebrale superiore e sono pressochè impercettibili.

Nella Blefaroplastica inferiore possono essere posizionate al di sotto delle ciglia o sul versante interno della palpebra.

In entrambi i casi già dopo 10-15 giorni diventano poco visibili.

I punti di sutura vengono rimossi dopo 5-6 giorni.

Di norma il paziente resta in osservazione nelle prime ore per poi tornare a casa. Per procedure più complesse può essere previsto il pernottamento.

6. POST-OPERATORIO

Si resta in osservazione in clinica nelle prime ore dopo il trattamento. Nel caso di procedure eseguite in Anestesia Locale il paziente di norma rientra al proprio domicilio dopo circa 2-3 ore. Nel caso invece di procedure eseguite in sedazione c'è la possibilità di restare in osservazione in Clinica la prima notte per poi tornare a casa il giorno successivo.

Nelle prime ore dopo la procedura si applica del ghiaccio sulla zona trattata che serve a ridurre la formazione di lividi e ridurre il gonfiore.

Nelle prime 24 ore postoperatorie verranno somministrati farmaci antidolorifici blandi ed antibiotici che saranno poi prescritti anche in dimissione per almeno 5-6 giorni.

Dopo circa 7 giorni vengono rimossi i punti.

Verrano eseguiti controlli periodici ambulatoriali a distanza di 3,7,14, 21 giorni dall’intervento.

7. COSA FARE E COSA EVITARE

Dopo una Blefaroplastica, è preferibile osservare riposo per almeno 7 giorni ed astensione dalle attività lavorative e sportive per almeno 15-20 giorni.

E' fondamentale evitare l'esposizione diretta ai raggi solari nelle prime settimane. Consigliamo sempre ai pazienti di indossare degli occhiali da sole protettivi ed applicare una protezione solare.

8. RISCHI E COMPLICANZE

Le complicanze dopo Blefaroplastica sono alquanto rare.

Le più comuni possono essere di due tipi.

Sanguinamenti: possono avvenire nelle prime 12-24 ore dall’intervento. Il drenaggio aiuta nella diagnosi precoce e nell’eventuale revisione chirurgica.

Ectropion:
si tratta di una complicanza rara dopo blefaroplastica inferiore che consiste nell'eversione della palpebra inferiore. Può manifestarsi nelle prime settimane dopo l'intervento e normalmente tende a risolversi spontaneamente.
Nei casi più gravi può essere corretta in Anestesia Locale.

IL CHIRURGO RISPONDE

Cosa si intende per blefaroplastica non chirurgica?
Si tratta di una procedura ambulatoriale che permette, attraverso particolari device (ad esempio LASER CO2), di stimolare la retrazione cutanea.
Non sostituisce in alcun modo l'intervento chirurgico. Può dare però un lieve miglioramento temporaneo.
E' mutuabile? Viene coperto dalle assicurazioni sanitarie?
In molti casi è possibile eseguire l'intervento in regime di copertura da parte del SSN o di un'assicurazione sanitaria privata.
Sarà necessario valutare caso per caso.
E' possibile pagare a rate?
Si, è possibile rateizzare i costi in piccole rate.
Quanto costa l'intervento?
I costi sono variabili e dipendono dal tipo di intervento da eseguire e dai costi di clinica. In media si aggirano tra i 2000 ed i 4.500 euro.
Ho sentito parlare di cecità dopo la blefaroplastica. E' possibile?
Posso dire con serenità che questa complicanza non può essere associata a questa procedura.
Dove eseguire i trattamenti?
Nelle mie sedi di Caserta, Napoli, Roma e Milano.

Seguimi sui miei canali social

Oppure prendi un appuntamento

Prenota una visita

Richiedi una consulenza

Prenota una consulenza estetica o chirurgica al costo di EUR 90,00 cliccando sul pulsante in basso
SCRIVIMI
PRIVACY POLICYCOOKIE POLICY
crossmenu linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram